• Correndo all'ombra del Colosseo

    CORRENDO ALL'OMBRA DEL COLOSSEO

    Leggi
  • TRIONFI E SFIDE: IL CAMMINO DEL TAEKWONDO ITALIANO VERSO PARIGI 2024. 2023: UN ANNO DI SUCCESSI, CRESCITA E ASPIRAZIONI OLIMPICHE

    TRIONFI E SFIDE: IL CAMMINO DEL TAEKWONDO ITALIANO VERSO PARIGI 2024. 2023: UN ANNO DI SUCCESSI, CRESCITA E ASPIRAZIONI OLIMPICHE

    Leggi

TRIONFI E SFIDE: IL CAMMINO DEL TAEKWONDO ITALIANO VERSO PARIGI 2024. 2023: UN ANNO DI SUCCESSI, CRESCITA E ASPIRAZIONI OLIMPICHE

Testo: Alice Maestri

Nel 2023, la Federazione Italiana Taekwondo ha vissuto un anno eccezionale, posando le basi per un luminoso futuro che culminerà con i Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024. Durante questo periodo preolimpico, il Taekwondo italiano ha brillato nuovamente sulla scena internazionale.

Tra i momenti salienti dell'anno, spicca la premiazione con il Collare d'Oro da parte del CONI, onore conferito agli atleti Simone Alessio, Vito Dell'Aquila, Antonino Bossolo e al presidente federale Angelo Cito. Questo prestigioso riconoscimento ha messo in luce il loro impegno, la passione e i successi nel Taekwondo, riflettendo il notevole contributo dell'Italia a questo sport.

Simone Alessio, Vito Dell'Aquila e Antonino Bossolo hanno ciascuno lasciato un'impronta significativa sull'anno con le loro straordinarie prestazioni. Vito Dell'Aquila, campione olimpico in carica nella categoria -58 kg, dopo un inizio d'anno difficile a causa di alcuni infortuni, ha riconquistato forma e sicurezza vincendo il Grand Prix Final di Manchester. La sua vittoria ha rafforzato il suo status di campione e di atleta di spicco a livello internazionale, inviando un messaggio chiaro ai rivali in vista delle Olimpiadi di Parigi. Dell'Aquila ha dichiarato: "Fortunatamente, negli ultimi 3 mesi mi sono ripreso e, grazie all'aiuto dello staff nazionale e della federazione, sono riuscito a ottenere il pass per Parigi per continuare a vivere il mio sogno che spero duri il più a lungo possibile."

Simone Alessio ha continuato a dominare la categoria -80 kg, aggiudicandosi il titolo mondiale a Baku nel 2023. Dopo il successo nella categoria -74 kg nel 2019, Alessio ha confermato la sua supremazia nella nuova categoria, mantenendo salda la sua posizione in cima al ranking olimpico. "Il mio obiettivo ora è solo Parigi. Gli ultimi mesi mi hanno dimostrato quanto sia difficile e insidiosa la strada verso i Giochi. Ora mi concentro su come arrivare determinato e in forma ottimale per rappresentare il mio paese e il mio sport," ha affermato Alessio.

Nel ParaTaekwondo, Antonino Bossolo ha conquistato il titolo mondiale a Veracruz, in Messico, durante i Campionati Mondiali di ParaTaekwondo 2023. Questa vittoria non solo ha consolidato la sua posizione come uno dei migliori atleti della sua generazione, ma ha anche rappresentato un importante passo verso la qualificazione Paralimpica per i Giochi di Parigi 2024. "Questo successo mi permette di avvicinarmi ai Giochi Paralimpici con maggiore consapevolezza e crescita personale," ha condiviso Bossolo.

Il Direttore Tecnico Claudio Nolano ha aggiunto: "Quest'anno ci sono le Olimpiadi e i metodi di lavoro che abbiamo adottato, con alcuni aggiustamenti, ci hanno permesso di ottenere buoni risultati, motivo per cui continueremo su questa strada. Ora ci concentreremo sul settore femminile, che parteciperà alla prova continentale singola per ottenere i pass per Parigi. Inoltre, stiamo portando un gruppo di atleti nati nel 2004 e nel 2005 a svolgere una preparazione olimpica, un vantaggio anche per il prossimo ciclo olimpico, in vista di Los Angeles 2028. Valuteremo tutti gli aspetti, tanto fisici quanto mentali e psicologici. Ho visto tanti atleti fisicamente pronti che poi non sono riusciti a esprimersi al meglio sotto pressione. La selezione è fondamentale per mantenere un alto livello di allenamento e per preparare i giovani atleti per Los Angeles 2028.”

Il team italiano ha mirato anche a espandere il proprio roster per Parigi durante il Torneo di Qualificazione Olimpica e Paralimpica Continentale a Sofia. I successi del 2023 non si limitano alle sole qualificazioni olimpiche: il Taekwondo Italiano ha conquistato 105 medaglie, con campioni mondiali nelle categorie giovanili e campioni europei.

Il Ciao Team di Freestyle ha fatto storia diventando Campione del Mondo ai World Taekwondo Demonstration Team Championships. Questo trionfo ha gettato le basi per l'inclusione di questa specialità nel programma olimpico futuro. La loro esibizione durante il concerto di fine anno a Roma, al Circo Massimo, è stata uno spettacolo memorabile, che è culminato con un salto mozzafiato allo scadere del countdown di mezzanotte. Una notizia recentissima riguarda l'invito al team a esibirsi in occasione dei Giochi Olimpici di Parigi 2024, un evento che non fa che aumentare il prestigio e la qualità di questi giovani atleti italiani. Formatisi come squadra da poco più di un anno, hanno già conquistato la vetrina più importante a livello mondiale.

La FITA si è distinta sia nel campo sociale che nella promozione delle attività di base, grazie alle iniziative del Dipartimento dello Sport. Queste hanno permesso la realizzazione di progetti quali 'Kim e Liù Crescere Insieme', 'Taekwondo Intergenerazionale' e 'Scuola di Taekwondo', i quali hanno avuto un impatto significativo. Il progetto 'Kim e Liù Crescere Insieme' ha registrato un incremento del 55% nelle attività dedicate ai minori di 11 anni. 'Taekwondo Intergenerazionale', invece, ha coinvolto quasi 2000 persone oltre i 60 anni, promuovendo uno stile di vita attivo e salutare. Inoltre, 'Scuola di Taekwondo' ha offerto ai bambini in situazioni di disagio e nelle periferie l'opportunità di praticare il Taekwondo nelle strutture scolastiche, contribuendo significativamente all'inclusione sociale attraverso lo sport. Per quanto riguarda il sostegno al programma olimpico per i rifugiati, la Federazione ha accolto due atleti di nazionalità iraniana e afghana, che stanno coltivando il loro sogno sportivo e di crescita personale, e continua ad ospitare cinque atleti ucraini, ormai parte integrante del gruppo che si allena al centro di preparazione olimpica di Roma. Integrazione e inclusione rimangono e continueranno a essere gli obiettivi principali, in linea con quelli della THF Italia, la Fondazione Umanitaria di Taekwondo, che ha l'obiettivo congiunto di aiutare attraverso lo sport chi si trova in difficoltà.

Ma non è tutto: la Federazione Italiana Taekwondo ha nuovamente dimostrato le proprie eccezionali capacità organizzative nell'ospitare grandi eventi internazionali. In occasione del 50° anniversario della fondazione della World Taekwondo, Roma ha ospitato il WT Grand Prix Roma 2023, realizzato grazie alla fondamentale collaborazione con Sport e Salute. L'evento è iniziato ufficialmente con una splendida cerimonia d'apertura a Piazza di Spagna, organizzata in sinergia con il Comune di Roma e l’Assessorato allo Sport, e si è poi sviluppato con il Grand Prix al Parco del Foro Italico, catturando l'attenzione di appassionati e atleti di tutto il mondo con spettacoli e competizioni di altissimo livello. Tuttavia, il World Taekwondo Grand Prix di Roma è ben più di una semplice competizione: l'entusiasmo per gli eventi collaterali, come il Kim e Liù, a cui hanno partecipato duemila bambini, e l'Olympic Dream Cup, svoltasi nei due giorni successivi e che ha coinvolto atleti di tutte le età, famiglie e tutte le squadre regionali italiane, ne sottolinea l'importanza. Questi eventi mirano ad avvicinare i giovani allo sport, diffondendo i valori del taekwondo e promuovendone la pratica.

Il Presidente Federale Angelo Cito ha commentato: "Quello che oggi consideriamo ordinario, in passato non lo era. I recenti risultati dei nostri atleti, come il secondo titolo mondiale di Simone Alessio, la medaglia d'oro di Dennis Baretta ai Giochi Europei, la vittoria di Vito Dell'Aquila al Grand Prix Final, la prima medaglia d'oro mondiale nel Parataekwondo di Antonino Bossolo e le vittorie del ‘Ciao Team’, segnano una crescita esponenziale del Taekwondo italiano, posizionandoci ai vertici delle competizioni internazionali. Abbiamo ormai reso il Taekwondo uno sport moderno, supportato da un sistema elettronico e da regolamenti chiari che permettono a chiunque di cimentarsi e gareggiare. Abbiamo inoltre introdotto ulteriori specialità in grado di valorizzare tutti gli aspetti del Taekwondo, come i talent di freestyle, e, per ultimo, il “Virtual Taekwondo”, riconosciuto nel circuito degli Olympic Esports Games del CIO e di grande attrazione per i giovani. Tutto questo è motivo di grande orgoglio per il nostro Paese.

Tuttavia, nei momenti di successo dobbiamo spingere ancora di più per mantenere e consolidare la nostra posizione. Chi è in cima ha un solo modo per restarci: superare se stesso! I risultati ottenuti sono la testimonianza della validità del nostro lavoro, ma quelli futuri devono essere il motore che ci spinge a superare nuove sfide. Consideriamo le nostre vittorie come un punto di partenza, non di arrivo, ricordando che il valore del trionfo è proporzionale alla difficoltà del percorso per conseguirlo o ripeterlo. Questa consapevolezza renderà ancora più significative le nostre future conquiste."

Pubblicità Agenzia Nazionale

  • Marketing Xpression
  • Via della Giustiniana, 959 - 00189 Roma
  • Marco Oddino - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - T 335 6684027

Pubblicità Agenzia Locale

  • Governale ADV di Giuseppe Governale
  • Media&Communication
  • Via bernardo blumenstilh 19 – 00135 roma
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel. 06.89020451 - Cell.335.8423911

Demo

Follow your passion

Seguici:

Privacy e cookie policy

About

  • Sportclub srl
  • Via Morlupo, 51 00191 Roma

Contatti

  • tel. 3933270621
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Direttore

  • Luigi Capasso
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Redazione

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.